Pubblicato il

Gastronomia Pasticci e Capricci

Pasticci e Capricci

Una cucina in movimento, nel tempo e nello spazio

Pasticci e Capricci nasce nel 2010 dalla volontà di Andrea e Michela. Volontà di fare proprio il territorio in cui hanno radici e in cui credono, e nel quale, fino a quel momento, hanno lavorato a stretto contatto con molti produttori ed in diverse location naturali molto particolari.

Il cuore pulsante si trova a Piazza Brembana (da sempre centro dell Alta Valle Brembana) nel laboratorio/negozio dove nasce il tutto.

Nonostante le tantissime difficoltà che si affrontano oggi nel gestire un attività, hanno sempre creduto nel connubio tra tipico artigianale e internazionale, Per questo gli obiettivi di Pasticci e Capricci sono diversi. Ad esempio la volontà di provare a portare innovazione in Alta valle con piatti di derivazione internazionale e piatti di pesce, a volte poco conosciuti dalla gente di montagna.

Altro obbiettivo, forse un po’ più ambizioso, la volontà di portare fuori dai confini montani i profumi, i sapori e la genuinità dei prodotti sapientemente creati dalle tante persone che lavorano in Valle. Come non citare, ad esempio, i mandriani e casari con i loro formaggi, i produttori di miele, le aziende agricole che coltivano o che lavorano i frutti e le erbe dei pascoli incontaminati. Ed è proprio dal connubio tra una ricetta della nonna trovata in un cassetto, le mele ed altri ingredienti rigorosamente nati in Valle Brembana che è nata la Torta di mele senza burro di Pasticci e Capricci.

La polenta taragna

Il piatto piatto principe dell Alta Valle. Ormai da qualche anno in zona è nata un associazione di cerealicoltori per cercare di recuperare prati abbandonati che verrebbero altrimenti “rubati dai boschi”. Andrea, su questo, ha deciso di affrontare una nuova sfida: preparare una polenta taragna “come una volta”. Da qui la scelta di aderire all’associazione che sostiene la coltivazione diretta del mais e del grano saraceno indispensabili per questo piatto. Nel 2018 l’idea prende forma e finalmente, dopo molte fatiche, Andrea riesce ad ottenere la prima “farina del proprio sacco” o meglio campo, coltivata a Moio de Calvi e macinata al mulino a pietra di Cusio.

farina Pasticci e Capricci
farina Pasticci e Capricci

Non stiamo parlando di un prodotto biologico certificato da un bollino ma di molto di più: un prodotto naturale che cresce, in quantità limitata, senza nessun tipo di trattamento e nessun tipo di lavorazione. Il suo ciclo è governato esclusivamente dai ritmi e dagli “scherzi della natura” (intesi come l’imprevedibilità dei raccolti dettati solo dall’andamento stagionale), proprio come una volta.

Da questa farina, ingrediente principale, la base della genuinità del piatto che, unendosi alla tradizione mai persa dei maestri casari, anch’essi legati indissolubilmente ai cicli della natura e delle stagioni, ha fatto riscoprire i veri profumi ed i sapori del nostro piatto principe: la polenta taragna.

polenta taragna Pasticci e Capricci
polenta taragna Pasticci e Capricci

L’ultimo passo che manca per completare il quadro è di riuscire ad avviare una produzione di grano saraceno come richiesto dall’antica ricetta. Per questo, come è stato fino ad oggi, bisogna avere la pazienza che contraddistingue la madre di tutti… la natura.

Ecco perché allora parliamo di una cucina in movimento. La gastronomia, oltre a dare una classico servizio culinario e commerciale, prende spunto anche dagli immensi spazi che la circondano fuori dalle mura del laboratorio e dalle tradizioni. Senza tralasciare, come giustamente richiesto ai giorni nostri, l’aspetto salutare. Molta strada si può però ancora percorrere in questa direzione. Andrea e Michela ne sono interpreti, guardando sempre più ad un futuro che prevede l’utilizzo di materie prime non raffinate, semplici e naturali. Materia prime derivanti da una filiera di cui ci si può fidare, filiera rappresentata dalle persone che ci lavorano piuttosto che da certificazioni usate ormai esclusivamente a scopi di marketing.

La torta di mele

Oltre alla polenta taragna, un altro cavallo di battagli della gastronomia è la torta di mele preparata con mele della Valle Brembana.

torta di mele Pasticci e Capricci
torta di mele Pasticci e Capricci

Gastronomia Pasticci e Capricci
Via Roma, 36
24014 Piazza Brembana (BG)
tel:  0345 82177
visita la pagina FaceBook

gastronomia Pasticci e Capricci
gastronomia Pasticci e Capricci